Entertainment

William e Kate Middleton alle Bahamas, ultima tappa del (complicato) tour ai Caraibi


Tappa finale. Il principe William e Kate Middleton sono atterrati a Nassau, la capitale delle isole Bahamas, per gli ultimi appuntamenti del loro viaggio – non semplice – ai Caraibi. Durante il royal tour, infatti, i Cambridge hanno dovuto fronteggiare una serie di proteste legate al passato colonialista e all’epoca della schiavitù. Polemiche iniziate in Belize, proseguite in Giamaica e che non accennano a placarsi.

«Voglio che la coppia reale riporti alla regina Elisabetta che gli ultimi 400 anni non possono essere dimenticati», ha riferito il sacerdote Marcus, della House of Rastafari delle Bahamas, parlando con The Independent. «Le scuse non sono sufficienti». Una voce che si aggiunge a quella degli abitanti di Indian Creek, un villaggio in Belize, che hanno costretto i duchi ad annullare una visita ad una piantagione di cacao.

Content

This content can also be viewed on the site it originates from.

E a quella di Advocates Network, coalizione giamaicana per l’uguaglianza, che ha persino emesso una nota in cui annuncia di non voler celebrare il giubileo di Platino della sovrana. «Kate e William beneficiano di quanto successo ai nostri antenati», ha dichiarato l’attivista Opal Adisa al Guardian. «Il loro stile di vita lussuoso è il risultato del sangue, delle lacrime e del sudore dei nostri bisnonni. Sono complici».

Proteste che si sono inserite all’interno della fittissimo programma dei Cambridge, che anche alle Bahamas avranno poco tempo libero. Innanzitutto sono stati accolti dal primo ministro Philip Davis. Poi hanno in agenda di partecipare ad una regata in onore del Giubileo di Platino di Sua Maestà e l’incontro con Coral Vita, vincitore del premio Earthshot che si batte per proteggere l’ecosistema marino.

Poi risaliranno sull’aereo di stato che li riporterà in Inghilterra, il 26 marzo. Lontani da quei luoghi incantati. Ma anche lontani dalle polemiche.

Per ricevere l’altra cover di Vanity Fair (e molto altro), iscrivetevi a Vanity Weekend.



Source link

Leave a Reply

Your email address will not be published.