Entertainment

Le immagini dell’alluvione nelle Marche, «All’improvviso un muro d’acqua»


«Non avevamo ricevuto nessuna avvertimento particolare, soltanto una allerta gialla della Protezione civile per vento e pioggia. Niente che potesse far presagire un disastro del genere. Tutto è accaduto nell’arco di un’ora». Le parole di Maurizio Greci, sindaco di Sassoferrato, comune in provincia di Ancona, sono quelle di tutti gli altri coinvolti nell’alluvione che ha colpito le Marche. 

Twitter content

This content can also be viewed on the site it originates from.

Sono 180 i vigili del fuoco al lavoro nelle zone tra la provincia di Ancona e quella di Pesaro Urbino colpite dall’alluvione. Almeno 10 i morti e 50 i feriti. Ci sono ancora dispersi fra cui anche due bambini. 

Twitter content

This content can also be viewed on the site it originates from.

A Cantiano, il comune più colpito, sono caduti 420 millimetri di pioggia dalle 15 alle 22 e 30 del 15 settembre, è circa la metà di quanto piovuto in tutto il 2021. Il fiume Misa è straripato a Senigallia: alle 22 aveva un’altezza di 21 centimetri, due ore dopo superava i 5 metri.

«Il mio ristorante è da buttare, ho perso tutto» ha detto a LaPresse la titolare del ristorante Nana Piccolo Bistrot, nel centro storico di Senigallia. «Saranno entrati tre metri d’acqua, i miei genitori stanno spalando fango e acqua da questa mattina presto. Non so veramente come faremo. Tutti i nostri sacrifici sono andati persi. Non c’è nemmeno la corrente». Allagato anche l’ospedale della città.





Source link

Leave a Reply

Your email address will not be published.